Suggerimenti
View all results

IT'S MORE THAN JUST OIL. IT'S LIQUID ENGINEERING.

  1. HOME
  2. LA STORIA DI CASTROL
  3. LA NOSTRA TRADIZIONE

LA NOSTRA TRADIZIONE

Il successo di Castrol deve molto alla filosofia originale di Charles Wakefield.

La nostra tradizione

Il trucco? Un po’ di olio di ricino nel lubrificante

Castrol fu fondata da Charles “Cheers” Wakefield con il nome di “CC Wakefield & Company”. Nel 1899, Charles lasciò il suo lavoro presso Vacuum Oil per avviare una nuova attività commerciale di lubrificanti per treni e macchinari pesanti.

 

All’inizio del nuovo secolo, Wakefield sviluppò una passione personale per due nuovi veicoli a motore: l’automobile e l’aeroplano. L’azienda iniziò a produrre lubrificanti per questi nuovi motori, che richiedevano oli abbastanza fluidi da poter funzionare a freddo all’accensione e abbastanza densi da continuare a funzionare a temperature molto elevate. I ricercatori di Wakefield scoprirono che aggiungendo olio di ricino, un olio vegetale ricavato dai semi della pianta omonima, si otteneva un prodotto perfetto. Chiamarono il nuovo prodotto "Castrol", dal nome inglese della pianta del ricino, "castor". Nel 1919 John Alcock e Arthur Brown scelsero Castrol per lubrificare il loro motore nel primo volo transatlantico.

Alcock e Brown

Dopo aver inventato un nuovo tipo di olio motore, CC Wakefield fu pioniere di un nuovo modo di comunicare con i potenziali clienti: la sponsorizzazione. Il nome Castrol iniziò a comparire su striscioni e bandiere di eventi aeronautici, gare automobilistiche e tentativi di battere il record di velocità su terra.

Nel 1960, il nome dell’olio motore aveva praticamente oscurato quello del suo mirabolante fondatore e la “CC Wakefield& Company” divenne semplicemente Castrol Ltd. Nel 1966 Burmah Oil Company acquistò Castrol e nel 2000 Burmah-Castrol venne acquisita da BP.

Oltre che vantare un forte legame con la velocità, il marchio Castrol è sinonimo di innovazione e prestazioni:

  • Nel 2012, il rover Curiosity della NASA, lubrificato con grasso Castrol, è partito per la sua missione su Marte
  • Nel 2015, Castrol ha lanciato Nexcel, un sistema di cambio dell’olio che riduce le emissioni di scarico, favorisce il riciclo dell’olio esausto e semplifica i cambi
  • Nel 2017, Castrol ha presentato il suo primo olio motore biosintetico, composto per il 25% di olio vegetale da fonti rinnovabili

Oggi, Castrol è impegnata nello sviluppo e collaudo di nuovi prodotti e modelli di business capaci di rispondere alle nuove tendenze in tema di sostenibilità, mobilità e digitalizzazione. Tra le novità più recenti in casa Castrol troviamo:

  • Fluidi per la lavorazione dei metalli, che consentono di ridurre il consumo di acqua nel settore
  • Fluidi per trasmissione utilizzati nei più recenti modelli di auto elettriche
  • Avvio di nuove joint venture per lo sviluppo di nuove piattaforme digitali

Il successo di Castrol deve molto alla filosofia originale di Charles Wakefield. Il fondatore si affidava all’aiuto e ai consigli dei clienti per sviluppare i nuovi oli Castrol, perché aveva capito che il lavoro collaborativo era la strada migliore per ottenere i maggiori successi per tutte le parti. Questo approccio è ancora fondamentale, oggi come allora.