Suggerimenti
View all results

IT'S MORE THAN JUST OIL. IT'S LIQUID ENGINEERING.

  1. HOME
  2. LA STORIA DI CASTROL
  3. CENTRO NOTIZIE
  4. COMUNICATI STAMPA
  5. CASTROL OPTIGEAR È ORA A IMPATTO ZERO DI CO2

Castrol Optigear è adesso a impatto zero di CO2, per rendere l’energia eolica ancora più pulita

Castrol Optigear a impatto zero di CO2
Castrol è diventato il primo fornitore al mondo di lubrificanti a impatto zero di CO2 per il settore delle turbine eoliche.

Castrol Optigear Synthetic CT 320 e Castrol Synthetic X 320 sono certificati conformi alla specifica BSI PAS 2060[1] per aver raggiunto e dimostrato un impatto zero di CO2 lungo l’intero ciclo di vita del prodotto.

 

Rispettando queste specifiche, ogni litro di olio utilizzato compensa 2,3 kg di CO2 equivalente (CO2e)[2], o 930 kg[3] per il rabbocco di una tipica scatola degli ingranaggi per turbine eoliche. Si tratta di una quantità di CO2 equivalente a quella prodotta da un’autovettura media che percorre 3.587 km[4].

 

“L’espansione delle energie rinnovabili sta contribuendo molto a preservare l’ambiente, ma i nostri clienti sono sempre all’avanguardia e cercano costantemente nuovi modi per ridurre la propria impronta di CO2 e fare di più contro i cambiamenti climatici”, ha dichiarato Daryl Luke, Global Product Manager di Castrol. “Castrol si impegna a ridurre le emissioni globali di CO2 e, grazie alla certificazione a impatto zero di CO2 di Castrol Optigear Synthetic CT 320 e Castrol Synthetic X 320, i nostri clienti possono ora soddisfare queste esigenze senza sacrificare le prestazioni. Utilizzando questi oli per ingranaggi a impatto zero di CO2, i produttori possono ridurre le emissioni sin dal primo riempimento e gli operatori possono ridurre la propria impronta di CO2 sul lungo periodo”.

 

Un ciclo di vita a impatto zero di CO2

 

Castrol ha raggiunto l’obiettivo delle zero emissioni di CO2 per Castrol Optigear Synthetic CT 320 e Castrol Synthetic X 320 attraverso l’attenta analisi dell’intero ciclo di vita del prodotto, dalla produzione al trasporto e all’eventuale smaltimento al termine della durata in esercizio.

 

L’obiettivo delle zero emissioni di gas serra per Castrol Optigear viene raggiunto attraverso investimenti in progetti in tutto il mondo, che puntano a ridurre la produzione netta di CO2e nel tempo. Tutto questo è gestito da BP Target Neutral[5], il programma no profit per la gestione delle emissioni di CO2 di BP, che acquista crediti di compensazione in progetti di riduzione delle emissioni di CO2 o di assorbimento di quantità equivalenti di CO2 dall’atmosfera. Gli investimenti in questi progetti producono spesso altri effetti positivi, come la creazione di posti di lavoro locali in economie rurali o il miglioramento della qualità dell’aria.

 

Tra le iniziative recenti vi sono progetti di protezione della foresta in Zambia[6], con una riduzione stimata di 210.316 tonnellate di CO2e all’anno, e un progetto idroelettrico in Cina[7], in grado di ridurre le emissioni di 500.000 tonnellate all’anno.

 

Tutti i progetti di BP Target Neutral supportano gli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU[8] che, nei prossimi 15 anni, puntano a sconfiggere la povertà, proteggere il pianeta e assicurare la prosperità a tutti.

[1] www.bsigroup.com/en-GB/PAS-2060-Carbon-Neutrality

[2] La CO2e esprime l’impatto delle emissioni di altri gas serra rispetto alla stessa quantità di CO2 sulla base del potenziale di riscaldamento globale relativo 

[3] Sulla base della turbina Vestas V90 1.8/2.0 MW.

[4] EPA https://www.epa.gov/energy/greenhouse-gas-equivalencies-calculator

[5] www.bptargetneutral.com/uk/how-we-work/our-projects/

[6] www.bptargetneutral.com/uk/how-we-work/our-projects/forest-protection-zambia/

[7] www.bptargetneutral.com/uk/how-we-work/our-projects/china-hydropower/

[8] www.un.org/sustainabledevelopment/sustainable-development-goals/