SICUREZZA, CONFORMITÀ, GESTIONE E NORME

LA SICUREZZA È LA NOSTRA PREOCCUPAZIONE PRINCIPALE IN TUTTO CIÒ CHE FACCIAMO: È FAVORITA DAL MANAGEMENT A E APPLICATA IN TUTTA L'ORGANIZZAZIONE

Salute, sicurezza e ambiente sono importanti per Castrol. Come cliente o distributore Castrol, vogliamo assicurarci che le operazioni del cliente abbiano effetti negativi minimi o nulli sulla salute o sull'ambiente.  

Un quadro ben definito di strumenti e processi all'interno del nostro sistema di gestione operativa (OMS) guida le nostre azioni quotidiane e il nostro approccio, e implica un senso di responsabilità a livello personale.  

I dipendenti di Castrol sono responsabili, a livello individuale e collettivo, del rispetto dei nostri standard e del soddisfacimento delle aspettative del cliente nei nostri confronti nei seguenti modi: 
  • Garanzia di un ambiente di lavoro sicuro
  • Comprensione e rispetto dei sistemi, delle procedure e delle modalità di condotta più corretti
Le persone che lavorano per i nostri distributori e le nostre aziende subappaltatrici devono dimostrare che salute, sicurezza e ambiente sono la loro principale priorità in qualsiasi momento. Per questo motivo, richiediamo l'applicazione di norme HSE e processi di gestione operativa: 
  • Norme HSE: Chiunque lavori per Castrol ha una responsabilità in materia di Salute, sicurezza e ambiente (HSE)
  • Gestione di prodotto: Puntiamo a ridurre i rischi generati dai nostri prodotti in tutte le fasi del ciclo di vita

STANDARD DI PRODUZIONE

Includiamo salute e sicurezza nelle nostre operazioni quotidiane, compresi gli impianti di miscelazione e processi di stoccaggio e trasporto.

Rispettiamo tutte le leggi internazionali, regionali e nazionali applicabili e siamo alla ricerca costante di modi per ridurre l’impatto ambientale delle operazioni nei nostri stabilimenti produttivi e amministrativi in tutto il mondo, ad esempio grazie a certificazioni degli stabilimenti come ISO 14001.

COLLABORAZIONE

Ci concentriamo sull'uso sicuro dei nostri prodotti e collaboriamo strettamente con gli enti pubblici, la comunità scientifica e i legislatori per sviluppare e migliorare gli standard di salute e sicurezza del prodotto. Partecipiamo a gruppi di lavoro e ad associazioni commerciali di settore:
  • American Petroleum Institute
  • Associazione di fabbricanti internazionali di prodotti chimici (Cina)
  • CONCAWE, l'associazione europea del settore petrolifero per la conservazione dell'aria e dell'acqua pulita in Europa
  • Centro europeo per ecotossicologia e tossicologia dei prodotti chimici
  • Consiglio europeo dell'industria chimica
  • Clearinghouse on New Chemicals della OCSE
  • US National Petrochemical and Refiners Association

NORMATIVE SULLE SOSTANZE CHIMICHE

Rispettiamo integralmente tutte le normative internazionali, nazionali e regionali che regolano la manipolazione di sostanze chimiche allo scopo di proteggere la salute umana e l'ambiente, oltre ai nostri standard interni di gestione di prodotto. 
  • Registrazione del prodotto (ad esempio, REACH nell'UE)
  • Classificazione ed etichettatura (ad esempio, ADR, DOT, IMDG, IATA e la nuova GHS)
  • Linee guida su imballaggio e trasporto (ad esempio, ADR, DOT, IMDG, IATA)
  • Linee guida sullo stoccaggio (solitamente definite a livello locale)
  • Rapporti sui prodotti all'interno di schede di sicurezza (SDS) e Tremcards (ad esempio, REACH e GHS)*
  • Linee guida sullo smaltimento (ad esempio normative su gas serra e per la conservazione dell'ozono)
REACH e GHS hanno prodotto e continuano a produrre cambiamenti nel settore chimico: 
  • La normativa REACH (Registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche) indica che quasi tutte le sostanze chimiche importate o prodotte nell’UE devono essere registrate. Si applica all’intera catena di fornitura del settore chimico.
  • Il Sistema mondiale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche (GHS) è un’iniziativa delle Nazioni Unite che offre una base comune per la classificazione dei pericoli e le comunicazioni relative alla fornitura, al trasporto e all'uso di prodotti chimici allo scopo di superare le importanti differenze precedenti.
  • Il Regolamento europeo sulla classificazione, etichettatura e imballaggio di sostanze e miscele (CLP) ridefinisce i criteri di classificazione per le proprietà fisiche, tossicologiche e ambientali delle sostanze e delle miscele e armonizza le comunicazioni relative ai pericoli.
Le nostre schede di sicurezza (SDS) rivestono un ruolo fondamentale nella comunicazione dei pericoli lungo la catena di fornitura. Oltre ai contenuti attuali, le nostre SDS descrivono anche gli usi identificati e gli scenari di esposizione e offrono consigli per la manipolazione sicura. Castrol è pienamente consapevole degli obblighi rilevanti e rispetta i requisiti legali.

RIFERIMENTI

SITI WEB

ECHA

European Chemicals Agency (Agenzia europea per le sostanze chimiche)

EIGA

European Industrial Gases Association (Associazione europea per il gas industriale)

CEFIC

The European Chemical Industry Council (Consiglio europeo dell'industria chimica)

REACH

Registration, Evaluation, Authorisation and Restriction of Chemicals (Registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche)

ADR

European Agreement Concerning the International Carriage of Dangerous Goods by Road (Accordo europeo relativo al trasporto internazionale di merci pericolose su strada)

DOT

United States Department of Transportation (Ministero dei trasporti degli Stati Uniti)

IMDG

International Maritime Dangerous Goods (Codice marittimo internazionale per il trasporto di merci pericolose)

IATA

International Air Transport Association (Associazione del trasporto aereo internazionale)

GHS

Globally Harmonised System for the Classification and Labelling of Chemicals (Sistema globale armonizzato per la classificazione e l'etichettatura di sostanze chimiche)